Pesce e salute: i 5 pesci più salutari

Pesce e salute: i 5 pesci più salutari

Che il pesce fosse un alimento benefico per l’organismo era cosa già nota, ma quali sono i pesci più indicati per una dieta equilibrata? Benché tutti i tipi di pesce siano ottime fonti di Omega 3 e di proteine ad alto valore biologico, la percentuale di queste proprietà nutrizionali – e dunque dei suoi effetti – dipende dalle specie. Per questo, come primo consiglio, ti suggeriamo di variare i tipi di pesce consumato, così da dare al tuo corpo il giusto quantitativo di energia.

 

Tra i pesci magrissimi…

Sicuramente il merluzzo, un pesce non azzurro, molto magro e con un contenuto di grassi inferiore molto limitato. Questo tipo di pesce è spesso indicato nelle diete ipocaloriche, dal momento che l’apporto è inferiore alle 100 kcal. Scelto anche dagli sportivi e dalle donne incinte come fonte proteica, il merluzzo può essere consumato fino a 3 volte alla settimana, in porzioni di almeno 150 g.

 

Tra i pesci più pregiati…

Non v’è alcun dubbio, il branzino, ricco di fosforo, potassio e magnesio, è un ottimo alimento per la reidratazione dell’organismo e il recupero dei minerali necessari al sistema nervoso. Classificato come un pesce bianco, con meno del 3% di grassi e con un alto contenuto di Omega 3, è inoltre consigliato per chi intende seguire una dieta sana e prevenire malattie cardiovascolari o infiammatorie. Con una discreta quantità di vitamina A (retinolo), vitamina B1 (tiamina) e vitamina B2 (riboflavina), le sue carni magre e tenere si prestano a ogni tipo di cottura.

 

Tra i pesci azzurri…

Cento grammi di pesce spada contengono appena 109 calorie! E se stai pensando di fare il pieno di energia per la settimana, questo pesce è un concentrato di vitamina C e D, che migliorano il sistema immunitario, mantenendo le ossa forti. Ricco di Omega 3, il pesce spada è un vero toccasana per l’equilibrio dei valori della pressione arteriosa, contribuendo così ad abbassare il livello dei trigliceridi. Per quanto sia un pesce sicuro da mangiare, si consiglia di consumarlo con una bassa frequenza e di evitarlo durante l’infanzia, la gravidanza e il periodo di allattamento. Infatti, più grande è la taglia del pesce spada, maggiore è il rischio di accumulo di sostanze tossiche nelle carni, come il mercurio. Tuttavia, un uso accorto di questo pesce non comporta alcuna controindicazione.

 

Tra i pesci leggeri da digerire…

La carne del nasello risulta particolarmente sana, nutriente e ad alta digeribilità. Proprio per le sue proprietà nutritive è inserito anche nell’alimentazione di bambini e anziani. Non solo il potassio in esso contenuto stimola la ritmicità del cuore, ma anche la vitamina B3 (niacina o vitamina PP) protegge la pelle, agevolando la digestione. Nonostante sia un pesce povero di grassi, dispensa buoni acidi grassi essenziali, appartenenti al gruppo Omega 3.

 

Tra gli altri pesci salutari…

Classificato come un pesce grasso, il salmone è un’ottima fonte di proteine, vitamine, sali minerali e acidi grassi Omega 3. Infatti, se l’alto contenuto di fosforo lo rende un alimento benefico per la salute delle ossa e dei denti, il selenio stimola il funzionamento degli antiossidanti cellulari. Elevato è anche l’apporto di vitamine, le quali sono presenti in buone quantità. Prima fra tutte, la B6, che aiuta la funzionalità cerebrale e previene l’invecchiamento.

All comments

Leave a Reply

Product added to compare.