Calamaro Nostrano

Codice
8002
Confezione da: 1 kg.
Peso: 1 kg

Ecco il calamaro nostrano catturato dai nostri pescatori nel Mar Adriatico. Un eccelenza di sapore e freschezza,  ricco di sali minerali, di vitamine e altamente digeribile. Qui proposto in una confezione da 1 kg, fresco, pulito ed eviscerato, pronto per essere cucinato come desideri. 

Tipologia: Calamaro
Nome Scientifico: Loligo vulgaris
Origine: Pescato; variabile a seconda della zona di cattura Mar Mediterraneo Occidentale 37.1; Mar Mediterraneo Centrale Zona Fao 37.2; Oceano Atlantico Orientale zona Fao 27.8; 27.9.
Metodo di Cattura: Reti da Traino

CARATTERISTICHE 

Appartenente alla famiglia dei teutoidei, il calamaro è un mollusco cefalopode. Ha una forma lunga e affusolata, un gran nuotatore ed un carnivoro. Intorno alla bocca vi sono dieci braccia con delle ventose. Per disorientare i propri predatori, nella cavità del calamaro troviamo dell'inchiostro con un liquido nero che all'occorrenza viene espulso.

INFORMAZIONI

Vive in alto mare per la maggior parte dell'anno ma nei mesi estivi si sposta lungo la costa in branchi e solo di notte affiora quasi al livello del mare in cerca di cibo.

PROPRIETÁ NUTRIZIONALI

È ricco di sali minerali quali sodio, calcio, magnesio e fosforo, di vitamine (la A in particolare) e di una discreta quantità di proteine. La bassa percentuale di grassi ne fa un alimento consigliato per il mangiar sano e le diete ipocaloriche. Di alta digeribilità, ma non solo favorisce la salute mentale e rallenta l’invecchiamento. Spesso confuso con il cugino totano, la cui differenza sta principalmente nella dimensione più piccola e nelle pinne poste diversamente.

IL CALAMARO IN CUCINA

Il Calamaro si presta ad essere gustato come antipasto, come primo e come secondo. Fritto o alla griglia, nell’insalata di mare, cotto con dei profumati pomodorini per una squisita calamarata o in un risotto alla pescatora, ripieno ai modi dell'andalusa è un mollusco spesso e largamente apprezzato. 

Valore energetico: 92 kcal Carboidrati: 3.1 g Proteine: 15.6 g Grassi: 1.4 g

RISOTTO CON CALAMARI E CURRY

Ricetta per 4 persone

  • 350 gr di Riso Carnaroli 
  • 400 gr di Calamaretti 
  • Curry in polvere, piccante e speziato - 1 cucchiaio da tavola
  • 2 l Brodo di pesce 
  • 1 Scalogno 
  • Erba cipollina facoltativa - q.b.
  • Olio Extravergine di Oliva q.b.
  • ½ bicchierie di Vino bianco 
  • Sale q.b.

Quando volete realizzare la ricetta del risotto, come prima cosa portate a bollore il brodo di pesce e diluitevi un cucchiaio di curry.
Passate, quindi, alla preparazione dei calamaretti ovvero dovrete dividere i ciuffi dalle sacche, pulire bene quest'ultime e tagliarle ad anelli.
Qualora i calamaretti fossero grandini, dividete anche i ciuffi in più parti.
Mettete sul fuoco una casseruola con dell'olio, aggiungetevi i ciuffi di calamaro e lasciateli cuocere a fiamma vivace per un minuto.
Nel frattempo pulite ed affettate finemente uno scalogno che farete soffriggere in un'altra padella con dell'olio.
Quando lo scalogno si sarà  ammorbidito, aggiungete alla padella gli anelli di calamaro e fateli saltare per pochissimi minuti.
A questo punto, unite al tegame con i ciuffi di calamaro il riso che dovrà  tostarsi diventando traslucido.
Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate che evapori a fiamma vivace. Nel mentre, salate gli anelli di calamaro.
Evaporata la parte alcolica del vino, iniziate la cottura vera e propria del risotto con successive aggiunte di brodo di pesce, ci vorranno 15-16 minuti.
Quasi al termine della cottura, regolate di sale il risotto e aggiungete gli anelli di calamaro, mescolate bene e lasciate cuocere fino al termine della cottura.
Mantecate, infine, il risotto con un filo d'olio extravergine d'oliva e servite in tavola decorando ciascun piatto con dell'erba cipollina tagliata finemente.

Recensione
Stai recensendo:Calamaro Nostrano
Il tuo voto
Abbiamo trovato altri prodotti che ti potrebbero interessare!