Le specie di salmone selvaggio sono le stesse di quello allevato: il più diffuso, il Salmo Salar nell'Oceano Atlantico e l'Oncorhynchus nell'Oceano pacifico. Anche il salmone selvaggio, così come il salmone di allevamento, può essere sottoposto ad affumicatura. A renderlo speciale sono diverse peculiarità, prima fra tutte il fatto che, essendo un pesce che si muove continuamente attraverso fiumi e mari, si nutre esclusivamente di ciò che offre il suo territorio di caccia. Habitat e alimentazione, dunque, fanno sì che la sua carne muscolosa, oltre ad essere ricca di preziosi acidi polinsaturi, contenga altresì una limitata quantità di grassi e che il gusto risulti più naturale, con il classico sentore di mare. Chi assaggia il salmone selvaggio, fresco, si rende immediatamente conto della superiorità del prodotto. Conta anche la stagionalità. La stagione dei salmoni selvaggi va da maggio a ottobre, periodo in cui risalgono la corrente dei fiumi per deporre le uova e vengono pescati. Negli altri mesi la disponibilità cala (si continua a pescare soltanto in Alaska e Canada) e di conseguenza il prezzo aumenta. È una riserva di Omega-3, acidi grassi polinsaturi alleati straordinari del cuore e del cervello. Il salmone è una fonte di energia, migliora la fluidità del sangue e quindi previne anche la trombosi. Si cucina in vari modi, le ricette sono numerose, alla griglia, al forno, bollito e consumato crudo.
8110

Scheda tecnica

Valori nutrizionali
Valore energetico: 142 Kcal Proteine : 21.3 g Carboidrati : 0 g Grassi: 5.6 g
Origine
Pescato Canada, USA – Alaska, Oceano Pacifico zona Fao 67
Peso
600 gr
Tipologia
Salmone
Confezione prodotto
600 gr
Metodo di cattura
Reti da circuizione e raccolta
Nome scientifico
Oncorhynchus nerka
11 altri prodotti della stessa categoria:

Altri Prodotti

Product added to compare.